Editoria Elettronica

Archivi istituzionali e valutazione della ricerca: l’importanza dei dati e della loro validazione


Abstract


La valutazione della ricerca sta assumendo un ruolo sempre più importante nella governance degli atenei. Ci sono problemi riguardanti la duplicazione e l’incompletezza dei dati, che non vengono risolti dal database ministeriale, il Sito Docente del MIUR. Le istituzioni si trovano dunque di fronte al problema di organizzare le diverse fonti informative a loro disposizione in modo che possano colloquiare fra di loro, che contengano tutti i dati anagrafici e legati alle affiliazioni e che descrivano la produzione scientifica dell’istituzione sia quantitativamente che qualitativamente rispetto a tutte le tipologie di output, possibilmente secondo standard internazionali. Alcuni Atenei italiani (fra cui l’Università degli Studi di Milano) hanno avviato il processo di collegamento dei dati tratti dagli archivi istituzionali alla valutazione della ricerca attraverso l’uso di SURplus, il CRIS proposto da CILEA, con buoni risultati, poiché l’utilizzo dell’archivio istituzionale come anagrafe della ricerca ma anche come database bibliometrico minimizza le differenze tra le diverse aree e le diverse tipologie di lavori di ricerca, consentendo elaborazioni non possibili in altri casi e con gli strumenti tradizionali.

Parole chiave


Ricerca, Valutazione, CRIS, SURplus.

Full Text

PDF

Riferimenti bibliografici



Refback

  • Non ci sono refbacks, per ora.


ISSN: 1120-2440

DOAJ content
Logo USPI

Associato all'Unione Stampa Periodica Italiana (USPI)